I pilastri dell’economia circolare “Il prodotto come servizio”

martedì 11 giugno dalle ore 18:30 alle ore 20:00

Evento a cura di Emanuele Bompan (giornalista Materia Rinnovabile)

Il secondo principio dell’economia circolare è legato alla fine dello spreco d’uso del prodotto (unused value), prima ancora di essere scartato. Magazzini colmi di macchinari in attesa di essere dismessi, scatoloni in cantina pieni di vestiti, oggetti comprati ma usati una volta l’anno. Un ammortamento inutile di asset il cui valore non è fatto fruttare. Guardatevi intorno a voi e vedrete quanta materia giace inerte, sprecata, prima di essere definitivamente buttata, dopo non essere stata mai davvero usata.

La soluzione? Creare processi di business dove invece di possedere un oggetto lo si impiega come servizio. In inglese si chiama Product-as-a-service, o PaaS. Gli esempi non mancano. Come il car-sharing. Un’auto di proprietà viene usata per circa il 4% del suo tempo-vita. Le auto e scooter condivise da servizi come Enjoy, ZigZag, Car2Go, SharenGo invece vengono usate per oltre il 45% del loro tempo vita. Questo significa che tutti i materiali impiegati per quell’auto (che produce una quota di CO2 quasi equivalente a quella dei carburanti impiegati durante il suo tempo vita) sono maggiormente valorizzati. Oppure modelli di sharing di macchinari: Fablab come l’italiano Witlab o shop di tool-sharing (condivisione strumenti) come i toscani Toolsharing.com condividono attrezzature tech e hardware, dalle stampanti 3D e laser alle motoseghe, trapani o persino ruspe. Si paga a consumo e in aggiunta ci sono servizi aggiuntivi di assistenza e progettazione. Michelin offe pneumatici in forma di “prodotto-come-servizio”. Grazie a Michelin Solution è possibile prendere in leasing, con un accordo di performance, le gomme. Chi vende secondo il modello PaaS non cede il prodotto, e quindi mantiene pieno controllo sulle materie prime e le tecnologie, ritirandole quando conveniente, riducendo i costi di manutenzione e rendendo più efficienti le performance.

Per le imprese è un’opportunità o un rischio? Ne parliamo con esperti ed aziende per capire le opportunità di questo modello. Il dibattito sarà aperto con tutti i partecipanti interessati a chiedere consigli o avere idee innovative sul proprio modello di business.

Ne parliamo con:

  • Paola Pluchino (TAI Solutions, autrice libro "La città vivente - introduzione al metabolismo urbano circolare")
  • Giorgia Millena, Community Manager Green Genius
  • Beatrice Lamonica (Accenture)

 

Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Cliccando su accetti acconsenti all’uso dei cookie.