POLITECNICA #8 “La fabbrica delle donne” (2008) di Goffredo Buccini

lunedì 18 gennaio dalle ore 17:30 alle ore 18:30

La diretta inizierà alle ore 17.30 sulla nostra pagina Facebook  e sul nostro canale YouTube.

Per scoprire tutti i prossimi appuntamenti consulta il nostro calendario oppure segui la nostra pagina facebook.

POLITECNICA è una rubrica realizzata in collaborazione con la Fondazione ISEC (Istituto per la Storia dell’Età Contemporanea) dedicata a raccontare lo sguardo degli scrittori italiani del '900 sul mondo dell’industria e del lavoro in fabbrica.

Continuano le lettura a cura della Compagnia dei Lettori di brani estratti da "Fabbrica di carta" (Laterza), a cura di Giorgio Bigatti (Fondazione ISEC) e Giuseppe Lupo (Università Cattolica di Milano). La lettura di questa settimana  è un estratto da "La fabbrica delle donne" (2008), di Goffredo Buccini. Legge: Gilda Ciaccio.

A Verlascio, immaginario paese dell'entroterra campano, così rovente, desolato e anonimo da essere "schifato perfino dalla camorra", grazie alle sovvenzioni europee per le aree depresse viene impiantata una fabbrica in cui lavorano solo donne, perlopiù straniere. Giovanissime, piene di speranze, le ragazze iniziano a mescolarsi ai paesani portando con sé tutta la loro fresca malizia, senza rendersi conto del turbamento profondo suscitato dalla loro presenza. Così, insieme ai primi amori con alcuni ragazzi del luogo, le nuove arrivate si trovano a dover affrontare, armate solo della loro solidarietà femminile, una violenza serpeggiante e sempre più selvaggia, il solo anticorpo che una comunità arcaica e omertosa riesce a sviluppare di fronte a una novità che non sa metabolizzare. A raccontarci la storia sanguinosa e piena d'amore è un ragazzo, Gesuino, che grazie alle donne della fabbrica scopre la miseria e il coraggio, la crudeltà e la passione che faranno di lui un uomo.

Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Cliccando su accetti acconsenti all’uso dei cookie.